Ascesa del corpo e ascesi dello spirito

Francesco Petrarca

francesco_petrarca2

(1304-1374) Lettera a Dionigi da Borgo di San Sepolcro sull’ascesa compiuta col fratello al monte Ventoso e intorno ai propri affanni (1336)

L’ascesa al monte come metafora del rapporto tra vita quotidiana e vita spirituale. Una delle più belle pagine di Francesco Petrarca.

“Sono salito, oggi, sul più alto monte di questa regione, che chiamano a ragione Ventoso, solo per desiderio di visitare un luogo famoso per la sua altezza. Avevo in mente questa gita da molti anni, poiché, come tu sai, fin da piccolo ho abitato questi luoghi in grazia del destino che regola le vicende umane, e questo monte, visibile da ogni parte, mi stava quasi sempre davanti allo sguardo.

Continua a leggere “Ascesa del corpo e ascesi dello spirito”