Il cattivo funzionamento delle cose

2-Genn-Basil-the-Great-e1451687564266-550x400_c

Basilio di Cesarea (329-397) Omelia in tempo di fame e di siccità, in PG 31, 309ss:

“Quale dunque la causa di tutti questi disordini e di tutte questi rivolgimenti?… Forse dobbiamo addurre il motivo che manca chi abbia il governo dell’universo? Forse che Dio, il più grande dei creatori, si è dimenticato della storia?…

No: la causa del cattivo funzionamento delle cose è evidente e sta davanti ai nostri occhi: il fatto che noi riceviamo e non doniamo a nessuno.

Continua a leggere “Il cattivo funzionamento delle cose”

“L’avete fatto all’uomo, l’avete fatto a me…”

Non si può parlare di mistica, se si dimentica che l’uomo è sacro.
E che senza pudore, per omertà e paura, lo dissacriamo.

Non si può tacere, non si può dimenticare.
“L’avete fatto a me…”

Enzo Bianchi e qualche affermazione che fa discutere

enzo bianchi

Un’intervista fatta da Silvia Ronchey al Priore di Bose e pubblicata da La Repubblica (a tema islam, persecuzioni, ruolo delle donne, dialogo interreligioso, accoglienza o rifiuto dello straniero…) sta facendo discutere non poco, riaprendo l’annoso dibattito sulle “due anime” del cattolicesimo attuale (quella della conservazione e quella dell’apertura). Eccone uno stralcio. Per l’intervista completa clicca qui.

Ronchey: I popoli sono in marcia e un’ibridazione, che la si voglia o no, dovrà avvenire, perché questa è la storia. Il che pone anche specifici problemi sociali come quello del ruolo della donna: l’islam impone il velo, ma non trovi che anche nella chiesa cristiana ci sia un ritardo?

Bianchi: «Si dice sbrigativamente che certi musulmani siano ancora nel medioevo. Ma il velo completo per le suore di clausura è stato abolito solo nel 1982. È molto recente la presa di coscienza della pari dignità della donna e dell’uomo nel cristianesimo, che non ha ancora nemmeno il linguaggio per esprimerla.

Continua a leggere “Enzo Bianchi e qualche affermazione che fa discutere”