La Lectio Divina: penetrare le Scritture e la vita

 

Guglielmo di Saint-Thierry

Guglielmo_saint_thierry

(1085ca-1148) Lettera d’oro, PL 184, 327-328

Bisogna dedicarsi alla lettura a certe ore stabilite. Perché una lettura capricciosa, fatta per caso, che s’incontra fortuitamente, qui e là, non edifica ma rende l’animo incostante; fatta rapidamente e senza applicazione esce presto dalla memoria. E’ necessario attaccarsi a certi spiriti e abituare l’anima al loro genere. Le sacre Scritture vanno lette nello spirito che le ha dettate.

Continua a leggere “La Lectio Divina: penetrare le Scritture e la vita”