Futuro… e pensiero…

0947876001282126287

Ho un poco diradato le riflessioni sul blog per due motivi, di cui in realtà solo uno può interessare gli amici che leggono queste pagine. Ed è questo: sto pensando cosa  il blog stesso potrebbe diventare in futuro (un futuro a breve termine, diciamo dopo agosto). La riflessione è dovuta a una faccenda che mi si è insinuata dentro da un bel po’ di tempo e che anche gli incontri in comunità e nelle scuole che ogni tanto mi chiedono di tenere, rafforza: c’è bisogno di una riqualificazione dell'”intelligenza del credere”. Un tempo, parlo di vent’anni fa, era in voga un modo di dire che si è perso: si parlava di “diaconia dell’intelligenza”, frase forse non bellissima, ma che esprimeva un concetto preciso: oltre al servizio della carità per coloro che sono poveri “nella carne”, il vangelo non può non proporre un servizio (diaconia, appunto) che abbia come scopo l’aiuto alla comprensione, pur limitata, del mistero (dell’uomo, innanzitutto, di fronte a dio).

Continua a leggere “Futuro… e pensiero…”

Pensare il futuro: ossia, educatori (educati) cercasi

luce

Pensando agli auguri di quest’anno per il Natale imminente, mi sono davvero chiesto che cosa avesse senso proporre. Si sentono continuamente, attorno, profeti e profezie di sventura, mentre dall’altro lato sembra che tutto sia sempre come prima.

Continua a leggere “Pensare il futuro: ossia, educatori (educati) cercasi”

Porre domande

george_steiner

George Steiner, La nostalgia dell’assoluto, Bruno Mondadori, pagg. 77-79

Una pagina di Steiner (1929), provocatoria come gran parte del suo pensiero.

Noi continueremo a porre domande. Il filosofo tedesco Heidegger centra il problema quando dice che le domande sono la pietà, la preghiera del pensiero umano. Io sono un po’ più brutale. Noi, in Occidente, siamo animali fatti per porre domande e per cercare di ottenere risposte, costi quel che costi. Non istituzionalizzeremo l’innocenza umana. Ci possiamo provare, di tanto in tanto. Possiamo cercare di trattare con più attenzione l’ambiente. Possiamo cercare di evitare almeno in parte la brutale devastazione, le crudeltà inutili nei confronti degli animali, nei confronti degli esseri umani meno privilegiati…

Continua a leggere “Porre domande”