Non esiste alcun altro amore…

Hans Urs von Balthasar

balthasar 4

(1905-1988), Solo l’amore è credibile, Borla, pp. 93. 98-99

Lo spalancarsi dell’abisso ardente dell’ira divina è strettamente connesso all’aprirsi dell’abisso ardente dell’amore divino […]. Il gravissimo, minaccioso avvertimento per così dire di Dio Padre (che offre ai peccatori il suo amore più grande, il Figliolo) di non fare cattivo uso di questa sua estrema offerta, poiché dietro a essa non esiste più nessun altro amore cui potersi appellare e da poter offrire, avvolge come un manto protettivo il cuore spezzato di Gesù.

Continua a leggere “Non esiste alcun altro amore…”

Per non dimenticare da dove veniamo

Edward Schillebeeckx

schilleb

(1914- ), Gesù. La storia di un vivente, Brescia, 1976, passim

 

Finché non prenderemo sul serio questa dinamica, sarà difficile tradurre il vangelo nella storia: finché l’emancipazione di sé, la propria individualità, il valore assoluto dato all’identita e singolarità (tutte cose buone, naturalmente…) non saranno ristabilite nella loro giusta posizione di fronte all’assoluto, non saremo “imitatori di Cristo”.

L’effetto sconvolgente della prassi di vita e del messaggio di Gesù e del suo fallimento storico sta – nella nostra situazione moderna – nel fatto che l’idea attuale di emancipazione totale mediante liberazione di sé è messa in discussione da Gesù. La sua morte per esecuzione non fece vacillare la sua certezza della ventura sovranità di Dio, pur sempre intenta all’umanità: faccia a faccia con la sua morte imminente, egli continuò a offrire salvezza da parte di Dio….

Continua a leggere “Per non dimenticare da dove veniamo”