Io sono ciò che voglio essere

Maurice Blondel (1861-1949)

Da L’azione, Brescia, 1970.

Se non sono ciò che voglio essere, ciò che voglio non con le labbra soltanto, non in forma di desiderio o di progetto, bensì con tutto il cuore e con tutte le forze, nei miei atti, non sono. Nel profondo del mio essere c’è un volere e un amare l’essere o non v’è nulla. Questa necessità che m’era sembrata costrizione tirannica, quest’obbligo che mi pareva dapprima dispotico, debbo constatare che in ultima analisi manifestano ed esercitano l’azione profonda della mia volontà: altrimenti mi distruggerebbero. La natura intera della cose e la catena delle necessità che pesano sulla mia vita non sono se non la serie di mezzi che debbo volere, che voglio infatti per compiere il mio destino.

Continua a leggere “Io sono ciò che voglio essere”