Perché questo blog

Questo blog nasce da una riflessione personale e da un omaggio al cardinal Martini, che da poche settimane ci ha lasciato e che ho avuto la fortuna di conoscere e frequentare in momenti non facili della mia vita.

Il titolo del blog è un omaggio alla sua figura di pastore in dialogo e ricerca: in un’intervista egli auspicò, infatti, un Concilio Vaticano III. Era, certo, una provocazione, ma anche un invito (forse ancora oggi non sufficientemente compreso): le idee del Vaticano II hanno bisogno di una ulteriore arena di scambio e riflessione, per essere davvero attente alle attese delle donne e degli uomini di oggi.

Questo blog, dunque, vuole essere semplicemente uno spazio di riflessione, pacifica e seria, sui grandi temi della ricerca spirituale, della mistica, della fatica del credere, della speranza e di tutto ciò che appartiene al cammino interiore.

 

Annunci

16 thoughts on “Perché questo blog

  1. RingraziandoLa per gli importanti aggiornamenti che ricevo, sono a mia volta lieta di comunicarLe l’uscita di un volume fondamentale. Faccio riferimento al blog, non avendo un Suo recente recapito e-mail.

    Abbiamo appena pubblicato il libro”Paper Genders. Il mito del cambiamento di sesso”, che si inserisce nell’attuale acceso dibattito sul tema dell’identità sessuata e smaschera e smentisce le promesse della chirurgia di cambiamento di genere. Presentando una combinazione di fatti ben documentati e sofferte testimonianze, l’autore, Walt Heyer, mette in luce il fenomeno dei suicidi e dell’insoddisfazione dei pazienti, che i fautori dell’intervento chirurgico preferiscono tenere nascosti.
    Walt Heyer, un uomo ultracinquantenne, è stato tra i primi a vivere personalmente il cambiamento di genere. Partendo dalla propria esperienza ci offre il racconto angosciante di vite umane devastate e tormentate dove è quotidianamente visibile il danno reale provocato dall’ideologia gender.

    Sabato 13 aprile, a Brescia, dalle ore 9.00 alle ore 16.30 presso il Centro Pastorale Paolo VI, via Gezio Calini, 30, si terrà un convegno sul tema: Dalla differenza alla in-differenza sessuale – Gli equivoci del Gender.
    Nel corso del convegno ci sarà una testimonianza dell’autore, Walt Heyer, e di Dale O’Leary, co-autrice del saggio in appendice a “Paper Genders”, esperta in bioetica e nota conferenziera statunitense, che presenterà un dettagliato resoconto dei retroscena e dell’influenza esercitata dalle lobbies femministe, abortiste e gender.

    Sono certa che troverà questo tema coinvolgente. Se lo desidera, può diffondere la notizia anche ai suoi contatti? Potrò inviarLe il testo in pdf e la copertina completa.

    Qualora Le interessasse copia del volume, sarò lieta di inviarla all’indirizzo che vorrà gentilmente comunicarmi.

    La ringrazio molto per l’attenzione e porgo i miei saluti più cordiali,

    Sonia Franchi
    Sugarco Edizioni
    tel. 02 4078370
    http://www.sugarcoedizioni.it

    Mi piace

  2. Ciao Natale,
    Luca Mascher mi ha parlato del tuo blog ed eccomi qua.Grazie ancora per le riflessioni sui documenti del Concilio che stai facendo nella nostra comunità.Un solo cruccio….ci sono pochissimi giovani.
    Comunque credo che il tuo blog sarà frequentatissimo.
    massimo

    Mi piace

    1. Ciao Massimo, CREDERE è la nuova rivista del gruppo editoriale che pubblica anche Famiglia Cristiana. Nell’intento della redazione dovrebbe essere una rivista che va a coprire le attese di un pubblico “popolare” e più devozionale di quello che legge Famiglia Cristiana. E’ uscito il primo numero proprio in questi giorni.

      Mi piace

  3. Tema: La giustizia degli scribi e la nuova giustizia nel Vangelo secondo Matteo Ci prepariamo alla lettura del vangelo dell’anno A, quello attribuito a Matteo, il gabelliere chiamato da Gesù mentre era seduto al banco a riscuotere le imposte (Mt 9,9). In realtà è opera di un cristiano eminente della chiesa di Antiochia di Siria – che si è servito dello pseudonimo di Matteo – ed è stato redatto in greco verso l’anno 85 d.C.. Era un rabbino l’autore di questo vangelo, un moralista attento, esigente e severo, alieno da equivoci, permissivismi e compromessi. Introduce spesso nel suo racconto temi impressionanti: il giudizio di Dio, la condanna, il castigo e, per sei volte, pone sulla bocca di Gesù, come un lugubre ritornello, la minaccia del “pianto e stridore di denti”. Sono immagini drammatiche che possono farcelo apparire come un rigorista intransigente: vedremo che non lo era, prestava soltanto a Gesù il linguaggio duro usato dai predicatori del suo tempo quando volevano scuotere i loro ascoltatori. Alla scuola dei rabbini ha appreso “la giustizia” dei farisei (che non era tutta da buttare), poi ha conosciuto l’Annunciatore della nuova giustizia, superiore all’antica (Mt 5,20) e, da scriba saggio divenuto discepolo del regno dei cieli, si è comportato come “un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche” (Mt 13,52). Animatore: Fernando Armellini – biblista

    Mi piace

    1. Mi sembra buono. Forse un po’ datate alcune cose (85 come anno per il vangelo di Matteo è un po’ troppo in là) e alcune (l’identificazione dell’autore) date con troppa certezza rispetto a quel che sappiamo. Però il senso di fondo è certamente condivisibile.

      Mi piace

  4. Ciao Natale, prossimamente dovrò partecipare ad un fine settimana biblico(2 giorni) sul tema : quando pregate dite Padre…
    Mi è stato chiesto di portare qualche DVD di film che possano conciliarsi con il tema. Ciò per alleggerire la serata del sabato.
    Tu hai qualche titolo da consigliarmi in particolare?
    Ti ringrazio molto e aspetto suggerimenti.
    Un abbraccio.
    Massimo

    Mi piace

    1. Sul tema del Padre nostro non è che ci sia molto cinematograficamente, che io sappia. Sulla preghiera in generale puoi puntare su qualche bel film come IL GRANDE SILENZIO (quello sui monasteri) o qualche vita di mistica/o: THERESE, LA SETTIMA STANZA (edith stein)…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...