Incontri

Crociera-di-Pasqua-fluviale-Lüftner-Cruises-1024x768

Alcuni pensano che lavorare nel mondo dei libri sia interessante perché se ne leggono molti, perché si amplia la propria cultura e, al limite, perché si vedono i propri prodotti esposti dietro vetrine… In realtà, anni fa lo pensavo anch’io. Pensavo che il bello dei libri è che puoi leggerli e scriverli. Oggi, dopo venticinque anni in cui faccio questo “mestiere”, sono di un parere un po’ diverso.

La cosa più bella nel mio lavoro (quella che resisterà a qualunque “crisi del settore”) è l’incontro con persone straordinarie che hanno cose straordinarie da comunicare e da ricevere. Un incontro che ha tante forme: la forma della lettura e della conoscenza di autori attraverso i loro testi; la forma della scrittura e la relazione talvolta di formidabile intensità che si crea tra chi scrive e chi legge e rimanda pensieri a sua volta; ma soprattutto l’incontro con le persone delle quali si scrive e che sono, talvolta, veri profeti nostri contemporanei. Col passare del tempo, questa parte del mio lavoro è quella che amo di più e che, senza questo lavoro, non avrei mai vissuto: se ripenso solo agli incontri dell’ultimo anno, posso fare un elenco che per me è ricchissimo di doni spirituali: i vecchi alunni della scuola di don Milani; suor Teresa Martino, che porta avanti il lavoro di fratel Ettore con i poveri; madre Canopi, donna di forza straordinaria; Chiara M., vera mistica della speranza nei nostri giorni; Jean Vanier, di cui più volte ho parlato…  Ma non solo:

Incontrare il bene. E’ un dono straordinario. In un tempo in cui si parla della bassezza morale e spirituale dell’uomo, ho un lavoro in cui incontro il bene; o meglio: in cui posso scegliere di incontrare il bene. Cosa posso desiderare di meglio?

Ma c’è anche di più. Ho scoperto nel tempo che la qualità delle relazioni è qualcosa che, arricchendoci, ci cambia radicalmente la vita. Ed è tenace e resiste anche al male. Un famoso proverbio modulava: dimmi con chi vai e ti dirò chi sei. Di certo, le frequentazioni dicono molto di quel che vorremmo essere, di quel che speriamo di essere.

E questo è anche il mio augurio di Pasqua: buoni incontri a tutti.

Annunci

6 thoughts on “Incontri

  1. Se però non scrivi dei tuoi incontri con le persone che ti hanno arricchito la cosa vale solo per te, se ne offri memoria scritta agli altri arricchisci chi ti legge. È un andata e ritorno.L’intreccio tra oralità e memoria. In fondo è stato così anche per la risurrezione se non si fosse scritto nulla tutto sarebbe precipitato nell’oblio: Mi piacerebbe lei leggesse il mio librettino uscito in febbraio ( reperibile in Libreria Claudiana costa solo 6 euro) Valdesi e Riforma nel passaggio di Chanforan (1532).Ovvero come un movimento ereticale divenne istituzione. Anche lì senza i protocolli dei processi dell’Inquisizione sapremmo molto meno di quella stagione clandestina durata ben tre secoli e mezzo. . Buona Pasqua e complimenti per il suo impegno di così grande respiro. Giuseppe Platone

    Mi piace

  2. augurissimi NATALE
    “il Signore ti dia Pace”
    saluto di Francesco che portava i segni del crocifisso-risorto
    a proposito di incontri…
    vorresti incontrare chi sta curando tutta l’opera omnia
    di Raimon Panikkar ?? Milena Pavan Carrara
    conosco bene e potrei accompagnarti
    d.alb

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...