Così vorrei la mia chiesa

Giulio Bevilacqua

bevilacqua

Cristo contemporaneo, La Locusta, 1966, pp. 97ss

Cardinale, liturgista, una delle grandi figure conciliari da non dimenticare.

Vorrei che anche esternamente si presentasse al lontano, al diffidente, forse al nemico, come epifania del sacro; quindi non “semplice spazio ben concepito in funzione del suo uso sacro, ma spazio che esprime il sacro” (Guardini); spazio non sacro per la croce che è infissa sopra né per la statua che è incollata ai fianchi, ma sacro perché nettamente distinto da ogni altro spazio fabbricato attorno, sacro perché le sue linee calde sussurrano all’uomo massacrato della strada: Voi tutti che siete gravati dalla pena venite a me”.

Centrale vorrei la mia chiesa tra le case, come molte tra le massime cattedrali, perché fosse visibile anche all’occhio lo scambio vitale e ininterrotto tra il dramma di Dio e il dramma dell’uomo. Così la chiesa diverrebbe un vero cuore di sangue e di carne in mezzo a troppi cuori di vetro e di fango.

Un piccolo giardino antistante dovrebbe sempre rappresentare la natura riammessa nella civiltà dell’asfalto. La natura che gli adoratori di ogni tempo hanno sempre ritenuto sillabario di Dio, e che dovrebbe tornare a esserlo soprattutto quando troppi pirati non la scrutano che per depredarla e trarne nuovi idoli da adorare e nuovi campi del sangue da attraversare.

L’esterno dovrebbe evitare ogni richiamo borioso che esaspera i senza casa. Il popolo sa distinguere nettamente decoro da lusso che è spreco e ostentazione al servizio dell’orgoglio. […] Perché la casa di Dio diventi la casa dell’uomo è necessario che ne rifletta la vita nella sua angusta durezza e nudità. […]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...