L’esorcismo inesistente

San Francesco - Esorcismo di Arezzo

Prima, i fatti.

Al termine della Messa di Pentecoste, domenica u.s., papa Francesco compie, come sempre, il suo giro sul sagrato di piazza San Pietro e oltre. Scende dall’auto e si avvicina ai malati, parla con diversi di loro; con uno, in particolare, si sofferma: un video raccoglie l’istante in cui il vescovo di Roma impone le mani sul capo del malato e prega silenziosamente con lui. E’ la domenica di Pentecoste, come detto: è coerente che, nella domenica in cui si celebra la discesa dello Spirito santo sugli apostoli, Francesco imponga le mani a un malato, e preghi con lui. Questo è ciò che il filmato mostra; questa dovrebbe essere la semplice e immediata interpretazione di un gesto semplice, come molti di questo papa; si tratta dell’accompagnamento nella fede a una persona che soffre.

Invece no! Il commento del giornalista televisivo va ben oltre. D’altronde, che il Papa preghi con i malati e per loro è scontato! E questo Papa fa e deve fare audience. E allora, ecco la grande notizia: ha praticato un esorcismo! Quando la preghiera con un malato non basta più alla fame “cose nuove”, ecco che l’indemoniato viene in soccorso alla comunicazione di massa. La televisione della CEI (non una TV qualunque!), TV2000, annuncia che nel suo programma dal titolo inequivocabile (VADE RETRO) verranno svelati i retroscena dell’esorcismo. Padre Amorth (decano dei cacciatori di diavoli) conferma l’evento. Il Papa ha esorcizzato un uomo. Ha lottato con Satana. Ecco la bu0na (?) novella.

E, improvvisamente, per molti non conta più che Francesco, poco prima e nei giorni precedenti, abbia parlato di ben altri diavoli: dei demoni della corruzione (anche interna alla Chiesa), dei demoni del potere che schiaccia i deboli, dei demoni del denaro e della finanza che uccidono famiglie e popoli. Tutto scompare di fronte all’esorcismo (inesistente) di un malato.

L’Ufficio stampa vaticano si affretta (fortunatamente) a far sapere che non c’è stato alcun esorcismo e, nella serata di martedì, il direttore di TV2000 chiede scusa per aver male interpretato quel che accadeva in piazza. Per fortuna, nell’arco di  48 ore, tutto torna al proprio posto.

Ora, che il Papa compia un esorcismo fa parte delle sue facoltà e dei doni che lo Spirito gli concede. Lo si creda o no. Ma qui ciò che conta non è che si creda o meno al diavolo e alla sua capacità di possedere una persona. In gioco è un’altra questione, ossia: cosa vogliamo fare della fede, della vita spirituale, della lotta quotidiana contro il male che, nella gran parte dei casi, ha bisogno di ben altri esorcismi, quelli quotidiani, che non hanno la visibilità di una possessione, ma compongono la nostra silenziosa lotta interiore? L’esorcismo, diciamocelo una volta per tutte, rispetto alla quotidiana lotta tra il bene e il male, che riguarda tutti, ha solo una cosa in più: lo spettacolo, dedicato a chi ha sempre bisogno di qualcosa di stupefacente. La lotta contro il male, papa Francesco la sta compiendo con una serie di atti quotidiani, di parole che affrontano a viso aperto i centri di potere, di scelte personali e di Chiesa. Che il Papa preghi perché un uomo o una donna siano liberati dal male non deve essere spettacolo “per il mondo”, ma invito alle coscienze, grido di speranza in un tempo in cui, di speranza, sembra essercene davvero poca.

Alla Chiesa, ha detto il Papa, non serve necessariamente lo IOR. Probabilmente alla Chiesa e alla fede non servono nemmeno un certo tipo di televisione e di audience (per ricollegarmi a quello che scrivevo qui riguardo alla Fiera del Libro: non serve alla Chiesa fare le gare a chi “vende di più”; serve istruire, educare, formare; servono fede e amore, non numeri dell’auditel).

Annunci

2 thoughts on “L’esorcismo inesistente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...