I fioretti di papa Francesco

timthumb.php

Ieri mi hanno inviato una mail in cui veniva raccontato un episodio di questi giorni, in cui papa Francesco era protagonista, in modo a dir poco inaspettato. Lo riprendo brevemente: rientrando nella sua camera, una delle sere scorse, e incrociando la guardia svizzera che aveva il turno presso gli appartamenti pontifici, Francesco chiese, stupito, se avrebbe dovuto trascorrere lì tutta la notte. La guardia rispose, naturalmente, di sì. Ritiratosi nella sua stanza, il papa riapparve pochi minuti dopo con una seggiola e una merendina, che offrì alla guardia, aggiungendo: «Se ha bisogno di qualcosa, bussi pure!»

Credo che la narrazione di questo fatterello giustifichi il titolo di questo mio pezzo; la prima domanda è: si tratta di un fatto veramente accaduto o completamente inventato? Ciò che colpisce, dalle prime settimane di questo pontefice, è che il florilegio di azioni e fatti che lo segue comincia a essere così ricco, da fare insospettire biografi, cronachisti e storici. Eppure, nel dubbio sulla veridicità della storiella della guardia svizzera, si insinua anche l’idea di un modo talmente ‘popolare’ di incarnare il proprio ruolo, da far tornare davvero a tempi francescani e di fede di popolo, in cui il vero e il falso sono secondari rispetto all’ ‘esemplare’ e al ‘catechetico’. I Fioretti di san Francesco non erano biografia nel senso moderno, ma hanno detto, di san Francesco, molto più di alcune storie scritte da docenti e studiosi. Vi è una verità nella semplicità che, anche oggi, esula dalla necessità scientifica e dalla curialità saccente e distaccata. Pennac, lo straordinario romanziere e saggista francese, diceva che la storia la fanno gli esempi, non le teorie; le narrazioni di accadimenti e non i principi.

Per cui, per quanto mi riguarda, non mi chiederò più se la storia della merendina alla guardia sia vera: mi importa piuttosto credere che siamo di fronte a un uomo che offrirà coerenza di vita a una Chiesa che, forse, deve tornare a narrare (con la vita e con gli esempi), più che a teorizzare.  E per ora mi basta.

Annunci

Un pensiero riguardo “I fioretti di papa Francesco

  1. grazie, li aspetto e li leggo sempre volentieri Amelia, Sono in attesa di potere risentire la seconda parte su Don Primo.Sulla restituzione della vocazione passata al vaglio, che solo soccorrendo…. Devo risentire la registrazione. Amelia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...