La “fondazione” dei seminari

a-sassu-il-concilio-di-trento

(1545-1563): Decreto per la creazione dei seminari (1563)

“Poiché l’età degli adolescenti, se non viene rettamente educata, è pronta a seguire i piaceri del mondo, e se non s’informa fin dai più teneri anni alla pietà ed alla religione, prima che i vizi si impadroniscano di tutto l’uomo, non potrà giammai perfettamente e senza un grandissimo e quasi singolare aiuto dell’Onnipotente Iddio perseverare nella disciplina ecclesiastica, il Santo Concilio stabilisce che tutte le chiese cattedrali, metropolitane e maggiori di queste, a seconda dei mezzi e dell’ampiezza delle diocesi, siano tenute a nutrire, educare religiosamente e istruire nelle discipline ecclesiastiche un certo numero di fanciulli della stessa città o diocesi o, se non sono molto numerosi, della provincia, in un collegio che il vescovo sceglierà a questo scopo presso le stesse chiese o in un altro luogo conveniente.

In questo collegio siano ricevuti ragazzi che abbiano almeno dodici anni, che siano nati da legittimo matrimonio, che sappiano sufficientemente leggere e scrivere, e la cui indole e volontà faccia sperare che essi serviranno perpetuamente nel ministero ecclesiastico. Il santo Concilio vuole che siano scelti soprattutto i figli dei poveri, senza però escludere quelli dei ricchi, a condizione tuttavia che siano mantenuti a loro spese e che manifestino zelo di servire Dio e la Chiesa. Dopo avere distribuito questi fanciulli in tante classi, quante a lui sembrerà opportuno, secondo il numero, l’età ed i progressi nella disciplina ecclesiastica, il vescovo ne assegnerà un certo numero al servizio delle chiese quando gli sembrerà opportuno, e parte la tratterrà a continuare gli studi nel collegio e rimetterà altri al posto di coloro che avrà assegnato alle chiese, così che questo collegio sia come un perpetuo vivaio di ministri di Dio. Affinché siano più agevolmente allevati nella disciplina ecclesiastica, subito porteranno la tonsura e sempre l’abito clericale, apprenderanno la grammatica, i canto, il computo ecclesiastico1 e le altre conoscenze utili, studieranno la Sacra Scrittura, le opere di scienza ecclesiastica, le omelie dei santi, tutto ciò che sembrerà opportuno per amministrare i Sacramenti e soprattutto per intendere le confessioni, le regole concernenti i riti e le cerimonie. Il vescovo curerà che essi ogni giorno assistano al sacrificio della Messa e che confessino i loro peccati almeno ogni mese, che ricevano il corpo di nostro Signore Gesù Cristo quando il loro confessore lo giudicherà opportuno, e che prestino servizio nei giorni festivi nella chiesa cattedrale o nelle altre chiese del luogo. Tutte queste cose e le altre che appariranno opportune e necessarie a questo scopo, siano stabilite dai vescovi assistiti dal consiglio di due canonici scelti dai vescovi stessi tra i più anziani e seri come lo Spirito Santo li ispirerà, e faranno in modo, per mezzo di frequenti visite, che le loro disposizioni siano sempre osservate. Essi puniranno severamente gli indisciplinati, gli incorreggibili e i seminatori di cattivi costumi e, se sarà necessario, li espelleranno. Rimuovano gli ostacoli e curino con diligenza tutto ciò che può conservare ed accrescere una istituzione così santa e pia.

E perché per la costruzione del collegio, pel salario di professori ed inservienti, pel nutrimento degli allievi e per altre spese saranno necessarie sicure entrate, i redditi già destinati in alcune chiese o in altri luoghi all’istruzione e al sostentamento dei fanciulli siano applicati al Seminario a cura del vescovo. (…)”

1 ossia la capacità di calcolare le date della Pasqua e delle feste mobili

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...