Il Vangelo e le altre religioni

Pierre-François de Béthune

20080304_FOTO_solidariet_mani_d0

L’ospitalità. La strada sacra delle religioni, San Paolo, 2012

Pierre-François de Béthune ha scritto uno splendido libro sul dialogo interreligioso (intrareligioso, lo chiamerebbe Panikkar). In una delle pagine più intense, commenta in questo modo il brano evangelico dell’invio dei discepoli in missione:

“Quando Gesù invia i suoi discepoli ad annunciare a loro volta il Regno che viene, ingiunge loro di presentarsi sprovvisti di tutto e nella necessità di essere accolti.

Se domanda loro di non prendere niente con sé, «né oro, né argento, né borsa per il cammino, né due tuniche, né sandali, né bastone», non è per invitare i missionari a essere distaccati; è perché si presentino dipendenti dalla buona volontà dei loro ospiti, perché siano costretti a domandare il vitto e l’alloggio. Ordina loro di entrare nella casa, di dire: Pace a questa casa. E: «Rimanete in quella casa mangiando e bevendo quello che vi sarà dato». E’ ugualmente prevista l’eventualità di una non accoglienza. Essa fa parte dell’esperienza, perché l’ospitalità non è un diritto per il discepolo, ma sempre l’oggetto di un’umile richiesta.

Dunque, Gesù invita molto chiramente i suoi discepoli a presentarsi come dei mendicanti di asilo. Ma questi modi di fare, descritti con precisione nei vangeli, spesso non sono stati presi in considerazione. C’è qui un fatto sorprendente: i missionari tanto avidi di annunciare il vangelo, talvolta anche a rischio della vita, non hanno creduto di dover rispettare questa via dell’ospitalità che Cristo proponeva loro così esplicitamente. La convinzione dei cristiani di essere i detentori di tutta la verità aveva così creato un sentimento di superiorità tale da formare come un punto cieco nella loro lettura dei vangeli. Vediamo oggi che questa mentalità ha gravemente ostacolato l’annuncio del Vangelo. E’ tempo di liberarla da ogni presunzione religiosa, perché il suo messaggio possa espandersi liberamente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...