Rileggendo il Sillabo degli errori (1864)

in Acta Sanctae Sedis, 3 (1867), 168

Di alcuni testi resta, spesso, solo l’immagine nella memoria. Il rischio è che questa immagine, col tempo, perda colore. Rileggerli, almeno in parte, serve a ricordare da dove veniamo quando dibattiamo di alcune questioni.

page1-250px-Sillabo.djvu

1. Panteismo, Naturalismo e Razionalismo assoluto

[E’ un errore…] ‘Ritenere che non esista altro divino Potere, Essere Supremo, Saggezza e Provvidenza distinti dall’Universo… che le profezie e i miracoli narrati nelle Sacre Scritture siano fantasia dei poeti…’

2. Razionalismo moderato

[E’ un errore…] ‘Ritenere che la chiesa dovrebbe tollerare gli errori di filosofia lasciando alla filosofia la preoccupazione delle proprie correzioni. Che i decreti della diocesi apostolica e delle congregazioni romane ostacolino il libero progresso delle scienze. Che il metodo e i principi con i quali gli anziani Dottori della scolastica hanno coltivato lo studio della teologia non siano più adatti alle richieste dei tempi…’

3.Indifferentismo e Tolleranza

[E’ un errore…] ‘Ritenere che ogni uomo sia libero di abbracciare e professare la religione in cui crederà veramente, guidato dalla luce della ragioneche la salvezza eterna possa (almeno) essere oggetto della speranza per tutti coloro che non si trovano affatto nella vera chiesa di Cristo. Che il Protestantesimo non sia niente di più che un’altra forma della stessa vera religione cristiana nella quale é possibile piacere a Dio nello stesso modo in cui é possibile essere accetti nella Chiesa Cattolica.’

4. Socialismo, società bibliche, società clerico-liberali etc.

Le pestilenze di questa descrizione vengono più volte disapprovate nel modo più severo nell’Enciclica Qui pluribus etc.

5. Errori riguardanti la Chiesa e i suoi diritti

Ritenere che il pontefice romano e i concili ecumenici abbiano oltrepassato i limiti del loro potere, abbiano usurpato i diritti dei principi e abbiano persino commesso errori nella definizione di questioni di fede e di morale. Che la chiesa non abbia il potere di avvalersi della forza o di ogni altro potere temporale diretto o indiretto… Che la giurisdizione ecclesiastica per le cause temporali – sia civili che criminali – del clero dovrebbe essere abolita con tutti i mezzi… Che le chiese nazionali possano essere istituite dopo che vengano sottratte e separate dall’autorità del santo Pontificio. Che molti pontefici abbiano contribuito con la loro condotta arbitraria alla divisione della chiesa in oriente e in occidente.

6.Errori riguardanti la società civile, etc.

Ritenere che il governo civile, anche quando esercitato da una sovrano infedele, possieda un potere indiretto e negativo sulle questioni religiose e possieda non solo il diritto chiamato di exequatur (…), ma anche quello cosiddetto di appellatio ab abusu… Che la migliore teoria della società civile richieda che scuole popolari, aperte a bambini di tutte le classi, debba essere liberata da ogni forma di autorità ecclesiastica… Che la chiesa dovrebbe essere separata dallo stato e lo stato dalla chiesa.’

7. Errori riguardanti l’etica naturale e cristiana

[E’ un errore…] ‘Ritenere che la conoscenza di questioni filosofiche e di morale e di leggi civili possa e dovrebbe essere indipendente dall’autorità divina ed ecclesiastica… che é ammissibile rifiutare obbedienza per legittimare i principi, anzi insorgere contro di loro in una insurrezione…’

9. Errori riguardanti il potere civile del pontefice sovrano

[E’ un errore…] ‘Ritenere che l’abrogazione del potere temporale da cui la diocesi apostolica é posseduta dovrebbe essere il più grande contributo alla libertà e prosperità della chiesa…’

10. Errori riguardanti il liberalismo moderno.

[E’ un errore…] ‘Ritenere che attualmente non sia più necessario che la religione cattolica sia considerata come l’unica religione di stato escludendo tutti gli altri modi di venerazione: perciò essa é stata saggiamente sostenuta dalla legge in alcuni paesi, cattolici di nome, in base alla quale le persone che vengono a risiedervi godranno del diritto di adottare liberamente la propria forma di adorazione…che il pontefice romano può e dovrebbe riconciliarsi con il progresso, il liberalismo e la civiltà moderna.’

Annunci

One thought on “Rileggendo il Sillabo degli errori (1864)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...