L’apostolo e i crocicchi

Primo Mazzolari

La Samaritana: la carità di Cristo nei crocevia del mondo.

Da Perché non mi confesso?, Bologna, 1986, pagg. 47ss.

La carità ha le sue strade obbligate: le più ardue, le più folli strade… Quaggiù non conosco niente di più libero e di più vincolato dell’amore. La carità è una rivoluzione che continuamente si disciplina.Gesù lasciò la Giudea e se ne andò di nuovo in Galilea”. Giudea, Galilea, Samaria… paesi dell’anima. Un’immagine che si transustanzia in anima.

Per andare dalla giudea alla Galilea, bisogna passare per la Samaria: paese di transito, quasi una terra di nessuno, secondo il preconcetto dei giudei. Gente in esilio, i samaritani, nel suolo stesso del loro paese. Avevano perduto l’unità per aver guardato il mistero dalle cime del Garizim più che dal pinnacolo del Tempio. Di comune non avevano che il giogo straniero e le loro meschine controversie confessionali; l’odio reciproco e il disprezzo di tutti.

Ma Gesù ha una predilezione per i samaritani. Nel suo cuore sono già ritrovati. Basta l’amore di un solo per vincere ogni orfanezza.

Il lebbroso, che torna a dir grazie al Signore appena s’accorge di essere guarito, è un samaritano. Samaritano è il viandante che soccorre l’uomo caduto in mano ai predoni. Samaritana è la donna che Gesù attende presso il pozzo di Giacobbe. Samaritano è il Cristo! “Non diciamo noi bene che sei un samaritano?” […]

Il nostro apostolato è spesso vuoto perché abbiamo paura di attendere là ove l’uomo converge, ai crocicchi obbligati delle nostre povere peregrinazioni, presso le fonti, le povere fonti ove la nostra sete s’illude di potersi spegnere. Fermarsi può anche essere pericoloso, ma il rischio è l’unica avventura che ci avvicini a quelli che vogliamo salvare. I “perduti” si accorgono di noi solo quando ci incontrano sulla loro strada.

La salvezza è una mano che afferra un’altra mano: un passo che si arresta quando un altro si arresta: un passo che si affretta se l’altro si affretta.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...