Quando le penitenze erano… tariffe

 

confessionale

(X sec.): Da La penitenza, Torino, 1976, pagg. 150ss.

Dopo la confessione dei peccati: preghiera di contrizione del penitente e richiesta del giudizio

Sono molti ed innumerevoli sono gli altri miei peccati, tanto che non posso ricordarli, nelle cose fatte, nelle cose dette e nei pensieri; per tutto ciò la mia mente è contrita e confitta in un’aspra penitenza. Perciò, supplice, invoco un tuo consiglio e giudizio, tu che sei ordinato ad un compito di mediazione tra Dio e l’uomo peccatore, e ti imploro umilmente di intercedere per i miei peccati.

Indicazione della penitenza secondo “tariffa”

- Se uno ha commesso effettivamente atti come l’omicidio o la sodomia, farà dieci anni di digiuno. Se un monaco ha fornicato solamente una volta: tre anni di penitenza; se l’ha fatto più frequentemente: sette anni di penitenza. Se un monaco abbandona e trasgredisce i suoi voti ma ritorna rapidamente, digiunerà tre Quaresime; se ritorna soltanto dopo lunghi anni, farà penitenza per tre anni…

- Se uno avrà rubato faccia penitenza per sette anni

- Per il peccato di masturbazione un anno di digiuno, se il colpevole è ancora giovane

- Il monaco che calunnia il suo fratello o ascolta volentieri i calunniatori, farà tre giorni di digiuno prolungato; se calunnia il suo superiore, digiunerà durante una settimana

- Quando un chierico fornica con una donna, ma senza lasciarla incinta – e quando questo peccato sia rimasto segreto – farà digiuno per tre anni se si tratta di un chierico, per cinque anni se si tratta di un monaco o di un diacono, per sette anni se si tratta di un prete, per dodici anni se si tratta di un vescovo

- Il chierico che abbia colpito il suo prossimo nel corso di una discussione e abbia sparso il sangue, digiunerà per un anno; un laico colpevole della stessa mancanza, digiunerà per quaranta giorni

- L’omicida digiunerà per tre anni a pane e acqua, senza portare armi e vivrà in esilio Dopo questi tre anni ritornerà in patria e si metterà al servizio dei parenti della vittima, sostituendo colui che ha ucciso. Così potrà essere riammesso alla comunione, secondo il giudizio del suo confessore

- Se un laico avrà avuto un figlio dalla moglie di un altro, cioè se avrà commesso adulterio, faccia penitenza per tre anni astenendosi dai cibi grassi e dall’uso del matrimonio, rendendo inoltre il prezzo del disonore al marito della moglie violata

- Se un laico avrà fornicato in modo sodomitico, faccia penitenza per sette anni: i primi tre nutrendosi di solo pane acqua e sale, e legumi secchi; gli altri quattro si astenga dal vino e dalle carni. Così il suo peccato sarà perdonato e il confessore pregherà per lui e lo riammetterà alla comunione

Esempi di commutazioni, compensazioni, riscatti e redenzioni, quando non si possano “pagare” le tariffe sopra indicate:

- Commutazione per digiuno di tre giorni stare in piedi un giorno e una notte senza dormire (o molto poco), oppure la recita di 50 salmi con i cantici corrispondenti, oppure la recita dell’Officio di dodici ore, con 12 inclinazioni profonde ad ogni ora con le mani levate

- Commutazione per un digiuno di un anno: passare tre giorni nella tomba di un santo senza bere e senza mangiare, senza dormire e senza togliersi gli abiti; durante questo tempo canterà salmi o reciterà l’Officio delle ore secondo il giudizio del sacerdote

- Un’altra commutazione per un digiuno di un anno: passare tre giorni in una chiesa, senza bere né mangiare, né dormire, completamente nudo, senza sedersi; durante questo tempo il peccatore canterà salmi con cantici e reciterà l’Officio corale. Durante questa preghiera farà dodici genuflessioni – tutto questo dopo aver confessato i suoi peccati davanti al sacerdote e davanti al popolo

- Riscatto di sette anni di digiuno. Alcuni uomini saggi hanno decretato: il primo anno di digiuno a pane e acqua è riscattato da un digiuno di 2 giorni per 12 volte; il secondo anno, da 50 salmi detti in ginocchio per 12 volte; il terzo anno, da un digiuno di due giorni in una festa importante, più il salterio recitato in piedi; il quarto anno, da 300 bastonate sul corpo nudo e legato; il quinto anno, da una distribuzione di elemosine uguale al valore del suo cibo; il sesto anno è riscattato rendendo alla vittima o ai suoi ereditieri il bene che era stato rubato; infine, il settimo anno è riscattato facendo il bene ed evitando il male. A quelli che sono fragili di corpo o di anima, noi doniamo il consiglio seguente. Se il digiunare a pane ed acqua vi pare troppo duro, riscattatelo come segue: per un giorno di digiuno recitate 300 salmi, uno dopo l’altro, in ginocchio oppure 320 salmi senza essere inginocchiati. Recitate i salmi in chiesa o in privato

- Il penitente che non sa recitare i salmi e non può digiunare, scelga un monaco che faccia penitenza al suo posto; quanto al penitente, per ogni giorno di digiuno dia un denaro giusto ai poveri

- Per i malati che non possono digiunare, l’equivalente di un mese o di un anno di digiuno sarà il prezzo di uno schiavo, uomo o donna. Noi diciamo un mese o un anno: infatti, i ricchi possono dare per riscattare un anno più che i poveri. Colui che è in grado di compiere le penitenze indicate nei libri penitenziali le compirà, perché chi ha peccato col corpo dovrà fare penitenza corporalmente. Chi invece non può digiunare, darà l’elemosina secondo le proprie possibilità, cioè per un giorno di digiuno darà un denaro, o due, o tre, e perdonerà coloro che han peccato contro di lui e cercherà di convertire altri peccatori. E così per un anno di digiuno, donerà 30 soldi; per il secondo anno di digiuno 20 soldi; per il terzo anno, 15 soldi. I peccatori ricchi faranno penitenza abbondantemente, cioè riscatteranno largamente il loro digiuno…

- una messa riscatta 3 giorni di digiuno

- 3 messe riscattano una settimana di digiuno

- 12 messe riscattano un mese di digiuno

- 12 volte 12 messe riscattano un anno

 

 

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...